ALCUNI CIBI PER TORNARE IN FORMA DOPO L’ESTATE.

D’estate si sa, prendiamo una vacanza anche dalla solita e noiosa dieta. Il divertimento di cene, pranzi e aperitivi fa passare la sana alimentazione decisamente in secondo piano.

Purtroppo, però, come dopo ogni viaggio, è arrivata l’ora di tornare a casa e indovinate chi c’è ad aspettarci proprio dietro la porta?
La bilancia.

Dopo le vacanze è importante drenare e disintossicare l’organismo e riprendere un ritmo sano dopo mesi di aperitivi (spesso a base alcolica) e zuccheri vari, che infiammano e inacidiscono il nostro organismo.

I grassi, infatti, infiammano il nostro apparato digerente rallentando il nostro metabolismo, il che si traduce in un evidente aumento del peso. L’organo chiave è soprattutto il fegato, che dopo mesi di eccessi ha bisogno di una bella disintossicazione.
 

È a questo punto che scendono in campo frutta e verdura, ricche di antiossidanti, vitamine e sali minerali, essenziali per depurare l’organismo, permettendo al corpo di smaltire le tossine. Si parla infatti di 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura. In particolare, le verdure a foglia verde sono molto utili per la pulizia del fegato e nello specifico esistono rimedi naturali come il tarassaco o il cardo mariano che sono perfetti per tale situazione detossificante a livello epatico.

Possono tornare utili anche le tisane, per esempio al finocchio o appunto al tarassaco, per drenare le scorie e favorire la diuresi. È consigliato berle nel corso della giornata o la sera e soprattutto evitando ovviamente di zuccherarle. Proprio la riduzione degli zuccheri serali permette all’organismo di perdere quei chili di troppo accumulati con gli sgarri delle vacanze estive.
 

Oltre alle “classiche” frutta, verdura e tisane, per una ripresa alla grande possiamo affidarci anche alle proteine, utili per far ripartire il metabolismo e alleggerire il corpo dal peso in eccesso.
Per esempio, cenare con del buon pesce, di carne bianca magra o uova accompagnata da un contorno di verdura è sicuramente l’ideale per chi vuole rimettersi in linea.

Ma si sa, la pasta è sempre la pasta quindi per tutti coloro che non rinuncerebbero neppure a una forchettata dei nostri carboidrati preferiti, un giusto compromesso è quello di prediligere i carboidrati a basso indice glicemico come la pasta integrale o anche farro, quinoa, riso basmati, rosso o venere.
 

Oltre alla quantità di cibo che mangiamo quando siamo sereni in vacanza c’è un altro errore che la bilancia ci farà pagare caro: i fuori pasto.
Mangiare a orari precisi, dandosi un ritmo è importantissimo per “educare” il nostro metabolismo a rimanere sempre attivo. Quindi un piccolo trucco molto utile è quello di non saltare i pasti, mangiando poco ma spesso. Ciò permette di arrivare ai pasti successivi con il giusto appetito, evitando di fare pasti con voracità.

Così come per i pasti, è fondamentale la cronologia anche dell’idratazione. Bere appena ci si sveglia, prima di coricarsi e durante la giornata è molto più utile che durante i pasti.

Tra gli errori più comuni vediamo spesso anche il non fare colazione o farla molto dopo l’essersi svegliati. Questo non permette al corpo di “accendere” il metabolismo e iniziare con vigore la giornata. Mangiare troppo tardi la sera, tipico delle cene estive in compagnia, non permette di assimilare correttamente i cibi notturni, affaticando la digestione notturna e depositando massa grassa.


Ecco qualche semplice trucchetto che può aiutarvi in una ripresa alla grande nel mese di settembre, ma non dimentichiamoci che ognuno “è fatto a modo proprio” quindi se il vostro aumento di peso vi preoccupa, non esitate a contattare uno specialista che formulerà la dieta più adatta alle vostre esigenze di rinunce e risultati!