• Supermercati
  • Le nostre marche
  • Carta Club
  • Novità
  • Spesa e Consigli
  • Affiliazione
  • Contattaci

Treviso la marca della qualità

Aggiungi ai preferiti

  • Stampa

Città d'arte e di eccellenze gastronomiche, da gustare nelle tradizionali osterie del centro. O lungo le rive del Sile

 

Case basse, di uno o due piani, strade porticate, quieto scorrere d'acqua nei canali... Tutto nel centro storico di Treviso parla di nobiltà e gusto del vivere. Né potrebbe essere diversamente nella Marca dei Gran Signori. Città discreta, che non cattura subito con l'esibizione di edifici monumentali, ma che conquista poco a poco il viaggiatore sensibile ai dettagli. Come quello cui da 500 anni è rivolta l'iscrizione sulla porta San Thomaso: “Il Signore protegga il tuo ingresso e la tua uscita”. Già questo la dice lunga sulla tradizione di accoglienza della città. 

 

Atmosfera generosa

Dentro le mura, l'itinerario non può che iniziare dal salotto della città: piazza dei Signori con il palazzo del Podestà (oggi Prefettura) e i contigui palazzo Pretorio e Dei Trecento. A pochi passi, la Loggia dei Cavalieri, luogo di riunione dell'aristocrazia, sorta di Rotary ante litteram dove farsi ammirare per prestigio e ricchezza. Tornati sui propri passi, si imbocca Calmaggiore, cardo maximum della Treviso romana, poi asse medievale e oggi porticata via dello shopping, che sbocca accanto al Duomo. Prima, però, è d'obbligo una deviazione nella piazzetta che ospita la Fontana delle Tette, copia moderna di un originale del '500 voluto come simbolo di prosperità dopo una carestia e che ogni anno, all'insediarsi del nuovo podestà, stillava per tre giorni vino bianco e rosso al posto dell'acqua. Piccole osterie d'atmosfera si aprono sulle strade, come la trattoria Toni del Spin (tel. 0422543829 www.ristorantetonidelspin.com), così chiamata dallo spin, la lisca del baccalà. Da sempre il baccalà, conso (condito in insalata) o in tecia (con polenta), è la specialità del locale. Ancora pochi passi ed ecco le case affacciate sul canale dei Buranelli, come una Venezia in miniatura.

 

L'angolo di Dante

Passato il canale si raggiunge la trecentesca Casa dei Carraresi (tel 0422513150 www.casadeicarraresi.it), luogo di eccellenza culturale, sede tutto l'anno di importanti rassegne d'arte. In corso, fino a maggio, la mostra Giappone, dai Samurai a Mazinga. Dietro la casa, su un isolotto del Cagnan, sorge la storica Pescheria, ovvero il mercato ittico: ristrutturato di recente, è aperto ogni mattina dal martedì al sabato. Proseguendo verso est si arriva all'ex chiesa e convento di Santa Caterina, oggi sede dei Musei Civici. All'interno dipinti di Gentile da Fabbriano, Bellini, Lotto, Tiziano, Tiepolo e il ciclo trecentesco di Sant'Orsola, capolavoro di Tommaso da Modena. Scendendo lungo il Cagnan, si arriva a Ponte Dante, che prende il nome dalla citazione che ne fa il poeta nel Paradiso (IX, 49): “Dove Sile e Cagnan s'accompagna”. Da qui, risalendo il Sile lungo Riviera Santa Margherita, tra un susseguirsi di case d'epoca e giardini affacciati sul fiume, si arriva all'estremità sud-occidentale delle mura al cui interno sorge la chiesa gotica di San Nicolò con annessa la splendida Sala del Capitolo, affrescata da Tommaso da Modena. Il giro della città può concludersi nel Duomo, dove un grande Tiziano si offre ai visitatori che non possono mancare di scendere anche nel “bosco di colonne”, ovvero nella suggestiva cripta romanica. Per tornare in piazza dei Signori lungo il tratto non ancora percorso di Calmaggiore.

Il cuore della terra in un'App

L’applicazione Terre di Marca - I cammini del cuore, per smartphone e tablet, è disponibile su Apple Store, Google Play e Windows Store. Una volta trovato alloggio o ristorante, basta toccare lo schermo per telefonare al proprietario o inviargli una mail. Stessa cosa per contattare una guida e progettare insieme un percorso storico o naturalistico. L’applicazione è disponibile per iphone/ipad/ipodtouch, per tutti gli smartphone e tablet con sistema operativo Android e per smartphone, tablet e Pc. Oltre ai singoli store, è possibile scaricare l’app dal sito www.terredimarca.it. Altra app è Treviso e Provincia, realizzata da Touring Editore. Nel supporto multimediale, dati e informazioni turistiche, ospitalità e gastronomia (www.touringclub.com/iphone/treviso.aspx).

 


ENTRA IN

Tanti vantaggi per te!

Buoni sconto

Offerte su misura

Servizi esclusivi

Registrati

Ti potrebbe piacere anche

MANGIAR BENE

Aria di primavera nelle cucine Vicentine

Sulle tavole di questo angolo di Veneto "sbocciano" prodotti tipici e piatti della tradizione

MANGIAR BENE

Bottiglie col botto

Champagne, spumanti e affini, sono nettari adatti ad accompagnare tutto il pasto, ma spesso relegati al ruolo di aperitivo o di vino da brindisi da abbinare al dolce o gustare da solo. Con un consumo che si concentra a fine anno

Non sei ancora registrato?

REGISTRATI ORA

La registrazione è completamente gratuita e ti dà diritto a numerose inziative e offerte riservate agli utenti registrati!