• Supermercati
  • Le nostre marche
  • Carta Club
  • Novità
  • Spesa e Consigli
  • Affiliazione
  • Contattaci

Mandorle e pinoli tra cucina e beauty farm

Aggiungi ai preferiti

  • Stampa

Piccoli frutti dalle grandi proprieta e ingredienti di piatti dolci e salati

Piccoli frutti dalle grandi proprieta e ingredienti di piatti dolci e salati

Sono una piccola e l'altro piccolissimo, ma contengono proprieta nutritive da far invidia ai frutti piu grandi.
La mandorla arriva dall'Oriente (dai Paesi con gli occhi "a mandorla") ed e stata introdotta in Italia, esattamente in Sicilia, dai Fenici e dai Greci. Oggi, nella soleggiata isola italiana, e un prodotto tipico e tradizionale, riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.
Il pinolo, invece, e un frutto consumato in Europa fin dal Paleolitico e nell'antico Giappone, ma le sue origini restano avvolte nel mistero. Viene esaltato soprattutto per la sua eleganza.

Protagonisti in ogni portata
Dagli antipasti (insalate con pinoli e mandorle) ai primi (il pesto con i pinoli e uno dei piu noti condimenti per la pasta), ai secondi (pollo alle mandorle), ai dolci (torte e biscotti) e alle bibite (il dissetante latte di mandorla): mandorle e pinoli a tavola possono essere protagonisti di tutte le portate.
Con basilico, aglio, olio d'oliva e parmigiano, i pinoli sono alla base del pesto, il famosissimo condimento per la pasta di origine ligure conosciuto in tutto il mondo. In cucina i Romani accompagnavano l'aroma dei pinoli al formaggio e Apicio li consigliava come ingrediente di salse, carni o ripieni. Le mandorle si trovano in commercio sia fresche, sia secche, confezionate e sfuse; ovviamente quelle secche sono disponibili tutto l'anno. Sono un ingrediente sia di piatti dolci che di portate salate. Esistono le mandorle dolci e, piu rare, le mandorle amare. Le prime vengono ampiamente utilizzate, anche nella preparazione dei famosi "Cantucci toscani" (biscotti croccanti ottimi con il vino dolce) e del marzapane. Le altre, quelle amare, sono parte integrante nella ricetta degli amaretti, ai quali danno un gusto inconfondibile.

Tra curiosita e ricordi d'infanzia
Il pinolo e il frutto commestibile di 20 specie di pini. Il piu comune, in Europa, e il pino domestico, detto anche "a ombrello" per la sua forma caratteristica. Per ottenere un etto di pinoli servono due chili di pigne, ma perché siano maturi occorrono tre anni. La raccolta avviene tra l'autunno e l'inverno. I pinoli evocano a molti l'infanzia, quell'immagine di bimbi con le manine nere (una polvere nera ricopre i gusci di legno in cui sono custoditi i pinoli) e di sassi per rompere i piccoli gusci caduti dalle pigne mature (e un'operazione delicata, se si preme troppo si rovina anche il frutto all'interno).
Le mandorle fresche possono anche essere congelate. Per conservare intatte le caratteristiche del frutto fresco, la soluzione ideale e mettere nel congelatore quelle avanzate dopo la preparazione di un piatto. In alternativa si possono acquistare con il guscio: in tal modo si conservano anche per diversi mesi.

Un mix di vitamine e minerali
Dalla spremitura a freddo delle mandorle dolci si ricava un olio commestibile ricco di vitamine (E e B), sali minerali e acidi grassi, che contiene l'80% di grassi "buoni". Molti sportivi consumano le mandorle perché costituiscono un vero concentrato energetico e calorico. Per le mamme in gravidanza e le donne in menopausa sono una preziosa fonte di ferro e calcio. I pinoli, invece, ricchi di vitamine E e B, contengono anche potassio, calcio, magnesio e zinco.

L'olio di mandorla, delizia per la pelle
Si racconta che anche Cleopatra, la regina d'Egitto nota per voler a tutti i costi mantenere intatta la sua bellezza, utilizzasse l'olio di mandorla per idratare la pelle. In effetti, l'olio di mandorla e un alleato naturale ed economico che, come le buone pratiche della nonna, non passa mai di moda. Dopo il bagno o la doccia, va applicato quando la pelle e ancora umida, prima di avvolgersi in un telo di spugna o di cotone. Dona elasticita e morbidezza ed e un'abitudine in grado di contribuire alla prevenzione delle smagliature. In gravidanza molte donne lo utilizzano anche sulla pelle asciutta, nelle zone del corpo che si modificano maggiormente (pancia, seno, glutei e cosce) e che percio vanno massaggiate con l'olio, con movimenti circolari e lenti, fino all'assorbimento; inoltre, puo essere usato anche sulla pelle dei bambini. Ma l'olio di mandorla e anche uno struccante adatto per pelli normali o secche. Dopo la depilazione, nelle zone ancora arrossate, elimina i residui della ceretta. E in spiaggia? E un ottimo doposole (ammorbidisce anche le labbra screpolate da sale e sole) e un balsamo per i capelli sfibrati.

ENTRA IN

Tanti vantaggi per te!

Buoni sconto

Offerte su misura

Servizi esclusivi

Registrati

Non sei ancora registrato?

REGISTRATI ORA

La registrazione è completamente gratuita e ti dà diritto a numerose inziative e offerte riservate agli utenti registrati!